Cresce l’esercito dei “Neet” varesini
Sono sempre di più i “Neet” varesini: giovani che non studiano più ma che ancora non hanno trovato un’occupazione

Cresce l’esercito dei “Neet” varesini

Aumenta vertiginosamente il numero dei giovani che non studiano più e non hanno ancora un lavoro. «Il fenomeno si sta acuendo in modo preoccupante: ormai è una vera e propria emergenza sociale»

VARESE - Dopo una serie di buone notizie sul fronte economico per il nostro territorio, arriva la classica doccia gelata, rappresentata da un dato molto preoccupante sul fronte occupazionale e sociale, che riguarda i cosiddetti Neet.

Uno su cinque

In provincia di Varese, secondo i dati elaborati dalla Camera di Commercio varesina, i Neet, acronimo che sta per “Non in Employement, Education and Training”, ovvero ragazze e ragazzi che non studiano né lavorano, sono ben 27 mila.
Un numero impressionante e in costante crescita, che getta ombre pesanti sul futuro occupazionale ma anche sociale, soprattutto della generazione attuale dei ventenni varesini. Sono ben 27 mila i giovani tra i 15 e i 29 anni della provincia di Varese che sono al di fuori dei percorsi formativi e contemporaneamente si trovano nella condizione di persone prive di occupazione.

Tutti gli approfondimenti su La Provincia di Varese in edicola mercoledì 24 giugno 2015.


© RIPRODUZIONE RISERVATA