Arrivederci, serie B. Non fermate il vostro fiume d’amore
La serie B è dentro tutti noi: mandatele il vostro saluto (Foto by Varese Press)

Arrivederci, serie B. Non fermate il vostro fiume d’amore

Continuano ad arrivarci i vostri saluti alla serie cadetta: verranno tutti pubblicati sul giornale in edicola sabato

Ci state riempiendo di messaggi, di foto, di brevi e fugaci ricordi, su cosa siano stati per voi questi cinque anni in Serie B. Una certezza noi l’abbiamo, ossia che in B ci torneremo, e siamo fortunati perché non ci sentiamo soli.

Siamo in tanti a pensare che la partita di domani contro il Pescara sarà un arrivederci e non un addio alla Serie B. Le diremo a presto, con una carezza, un bacio, pecche mancherà a noi tanto quanto noi mancheremo a lei. Ci ha fatto sognare e presto tornerà a farlo, cascasse il mondo.

«Perché noi non molliamo mai»

Tra i tifosi regina questa convinzione, ed il disfattismo ormai è lontano. La storia ce lo insegna, ed il lettore Giovanni Forni ce lo ricorda con il suo messaggio: «La prima volta che misi piede al Franco Ossola avevo forse 6 anni, papà era un grande sportivo, amava tutti gli sport ed in particolare il ciclismo ed il calcio. Con tutta la famiglia ci recavamo allo stadio sui freddi gradoni della nord, ma non solo perché spesso si faceva pure qualche trasferta. Mi ricordo Novara, ancora nel vecchio stadio, e Genova nel vecchio Marassi. Poi vennero gli anni di Fascetti e lì quasi tutte le trasferte in quel magico campionato, poi gli anni bui, i fallimenti ed infine la luce in fondo al tunnel: la riconquista della B dopo 25 anni di sofferenze. Ecco, i miei ricordi di questa categoria: questo non è un addio ma solo un arrivederci perché noi varesini non molliamo mai».
I varesini hanno imparato a soffrire, a scomparire e a rinascere dalle ceneri come una fenice. E lo faranno anche stavolta.

«Risorgeremo, come sempre»

Soffriranno e torneranno, torneremo tutti assieme, ancora più forti ed ancora più uniti senza che nessuno possa più tarparci le ali o provare a cancellare i sogni più belli. No, perché questi cinque anni sono stati un sogno bellissimo, un’emozione continua, come ci scrive Il Profeta Biancorosso: «Nessuno ci farà scordare le emozioni di questi anni...risorgeremo come abbiamo sempre fatto, forza Varese! Unico amore».

Leggere i vostri ricordi e i vostri messaggi ci dà ancora più forza. Quindi continuate a scriverci, non smettete di condividere le vostre emozioni con noi. Domani riempiremo una pagina con le vostre voci e le vostre immagini. Scriveteci in tutti i modi, raccoglieremo i vostri messaggi sulla nostra pagina Facebook oppure sul nostro profilo Twitter; se preferite, potete scriverci al nostro numero WhatsApp 345/53.59.476. Ma non solo, c’è anche l’indirizzo e-mail sportvarese@laprovincia.it o il vecchio e caro fax, al numero 0332 836688.


© RIPRODUZIONE RISERVATA