Città senza auto. Oltre duemila i podisti iscritti alla maratonina

Città senza auto. Oltre duemila i podisti iscritti alla maratonina

Tra le novità l’introduzione di una Non Competitiva Lunga denominata “La Ventuno di Busto”

BUSTO ARSIZIO - Già più di duemila podisti iscritti per la corsa organizzata dall’Atletica San Marco del neo presidente Antonio Apollonio, giunta ormai alla sua edizione numero 26, che domenica percorrerà tutta la città. «Per il numero di partecipanti - fa notare l’assessore allo sport Gigi Farioli - si colloca sicuramente tra le prime venti mezze maratone a livello nazionale, ben al di là di numeri fatti registrare dai capoluoghi di provincia nell’organizzare iniziative analoghe».

Un’edizione che vede già 1500 iscritti per la gara competitiva e oltre duemila in totale: sarà una grande festa, accompagnata anche quest’anno dal blocco del traffico decretato dall’amministrazione comunale per tutta la mattinata. Sarà uno spettacolo vedere la città senza auto, con l’invito del consigliere-runner Roberto Ghidotti alla pazienza per gli automobilisti che si troveranno ad avere a che fare con i conseguenti disagi.

«La partenza di tutte le competizioni avverrà in viale Cadorna, nella zona antistante i Molini Marzoli, a partire dalle ore 9.30 - spiega Paolo Oldani dell’Atletica San Marco - il percorso abbraccia virtualmente un po’ tutta la città, toccando ben 10 quartieri su 13: Frati, Sant’Edoardo, Santa Croce, Borsano, Sacconago, San Michele, Redentore, Beata Giuliana, San Giuseppe, San Giovanni. I Primi chilometri si snoderanno sui grandi viali: Cadorna, Virgilio e Boccaccio, evitando ingorghi, rallentamenti ed intoppi ai tanti runners presenti. Ai confini di Borsano gli atleti attraverseranno il quartiere, costeggiando il “campone” e dirigendosi verso viale Bienate. Il percorso continuerà in zona industriale, all’interno della Pista di Atletica (passaggio dei 10 km con traguardo volante), poi passerà dalla rotonda di Via Magenta, quindi verso San Michele e su sino Beata Giuliana, sempre su grandi viali. Sul ritorno verso il centro, in viale Stelvio, via Bellini, via Zappellini, davanti al Comune di Busto, di seguito nella centralissima Via Milano dove due ali di folla accoglieranno gli atleti all’ultimo chilometro, con l’arrivo posto in via Foscolo al palAriosto dove ci sarà il villaggio. Come sempre, lungo il percorso diversi punti musica, una cinquantina di music zone, per unire sport, divertimento, folklore e musica.

Quest’anno alcune novità: innanzitutto l’introduzione di una terza gara: oltre alla Mezza Competitiva ed alla Classica Non Competitiva breve sui 9,2 km, ci sarà anche una Non Competitiva Lunga denominata “La Ventuno di Busto”, sulla distanza dei 21 km circa.

Altra gradita novità, la possibilità per tutti gli atleti di sottoporsi gratuitamente ad un massaggio defaticante, grazie agli studenti della scuola di massaggio W.S. Educational Center. Confermatissime le due new entry dell’anno scorso: il nuovo logo e la medaglia commemorativa, quest’anno rivisitata e ridisegnata dalla giovane designer Bustocca Sara Battistella, che verrà consegnata a tutti i finisher, al termine delle due gare lunghe, dalle Miss San Marco».

Lungo i tratti di strada interessati dalla competizione, domenica è stata istituita la sospensione della circolazione stradale, in entrambi i sensi di marcia, al transito dei partecipanti, nella fascia oraria dalle 9 alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA