Gallarate accende il Natale. Tra flashmob e selfie
Piazza gremita per ammirare l’albero di luci alto 15 metri

Gallarate accende il Natale. Tra flashmob e selfie

Countdown, canzoni e balli per lo spettacolo delle luminarie

GALLARATE - A Gallarate è arrivato il Natale. Ieri pomeriggio infatti, sono stati accesi contemporaneamente, le luminarie del centro pedonale e l’albero, di 15 metri di altezza che, con i suoi 1800 metri di luci e 36000 led (di cui 7200 flash) fa bella mostra di sè in piazza Libertà.

Col naso all’insù

Alle 17 tutti i presenti, muniti di telefonino per immortalare con una foto l’albero illuminato e con il naso all’insù, sono stati colti di sorpresa. Infatti, come promesso, ha preso il via l’evento nell’evento, un flashmob realizzato da 80 coristi del Coro Divertimento Vocale di Gallarate che hanno iniziato ad intonare le prime canzoni di Natale. Giusto il tempo degli applausi ed ecco il sindaco Andrea Cassani, dare il via al conto alla rovescia: è il momento tanto atteso. L’albero si accende e dal pubblico parte un secondo caloroso applauso.

Il Coro, spostandosi sulla scalinata della Basilica, ha ricominciato a cantare aggiungendo balletti e coreografie che hanno coinvolto non solo gli esponenti della maggioranza ma anche il pubblico. «Siamo un coro di Gallarate e per noi è stato un onore poter festeggiare con i nostri concittadini - racconta Carlo Morandi, maestro del Coro Divertimento Vocale - il flashmob di oggi ha rappresentato la nostra gioia nel festeggiare insieme a tutti i presenti l’arrivo del Natale». Un’esibizione che, per il maestro Morandi, è stata «un inno alla voglia di cantare e stare insieme» il modo migliore per «vivere fino in fondo occasioni come questa condividendo la nostra passione con il pubblico».

Da tradizione

«Come da tradizione abbiamo voluto accendere l’albero il 25 novembre - interviene il primo cittadino - Devo ringraziare i coristi e tutti coloro che hanno lavorato per rendere unico questo pomeriggio». Soddisfatta anche l’assessore alle attività produttive Claudia Mazzetti: «È stato un momento davvero speciale è stato un lavoro di squadra, devo dire grazie a chi ha creduto nel progetto ed agli sponsor».

Ed è l’assessore leghista a svelare il perchè del segreto attorno allo flashmob: «Non ho voluto svelare niente perchè volevo regalare qualcosa di inaspettato, emozionante e spontaneo ma che, soprattutto, potesse coinvolgere i gallaratesi». Ai presenti, l’accensione è piaciuta e lo dimostrano i selfie e le istantanee già pubblicate sui social. C’è anche chi come il piccolo Andrea di 6 anni, dopo aver visto l’albero ha esclamato: «Mamma, settimana prossima anche noi facciamo un albero così luminoso a casa nostra?».


© RIPRODUZIONE RISERVATA