Auto elettriche sempre più diffuse a Varese. L’aumento in un anno è del 40%

Auto elettriche sempre più diffuse a Varese. L’aumento in un anno è del 40%

La Camera di Commercio ha diffuso i risultati di una ricerca. L’assessore Civati: «Il nostro piano è innovativo»

VARESE - La mobilità sostenibile prende sempre di più piede a Varese e in provincia.

A dimostrarlo sono i dati diffusi dalla Camera di Commercio, che ha rilevato una forte crescita della presenza di auto ibride ed elettriche sul nostro territorio.

«La quota è ancora molto bassa eppure è tra le più alte in Italia - spiega l’Ente camerale in una nota - con lo 0,6% del parco auto ad alimentazione elettrica o ibrida, Varese si colloca all’ottavo posto tra le province del nostro Paese quanto a mobilità sostenibile, almeno in relazione a questo particolare aspetto».

Insomma, è nella parte alta della classifica.

L’elemento forse più interessante, nell’analisi condotta dall’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio e ora disponibile sul portale www.osserva-varese.it, è però la crescita registrata tra il 2015 e il 2016 nelle circolazione delle vetture appunto elettriche o ibride: nell’arco di dodici mesi sono salite infatti da 2.500 a quasi 3.500, con un incremento del 40%.

In cima alla classifica nazionale delle province con più auto elettriche o ibride ci sono Roma con 16.724 vetture di questo tipo (pari allo 0,62% sul totale) e Milano con 16.690 auto (0,94%). Al terzo posto Trento con 6.220 (1,25%), poi Bologna con 5.922 (0,99%), Firenze con 4.253 (0,6%), Torino con 4.247 (0,29%), Bergamo con 3.519 (0,53%) e, quindi, Varese all’ottavo posto con 3.447.

Entrando allora nel dettaglio dei dati varesini, la dinamica del triennio 2013-16 dice che sta crescendo costantemente l’attenzione verso questa tipologia di alimentazione: il numero delle auto elettriche e ibride in circolazione sulle nostre strade è più che raddoppiato, passando dalle 1.251 del 2013 alle 3.477 dello scorso anno.

Questo trend positivo viene convalidato anche a livello regionale (da 15.115 a 37.536) e nazionale: in Italia la crescita delle autovetture ibride ed elettriche è stata esponenziale, salendo dalle 45.404 del 2013 alle 89.932 del 2015 per poi impennarsi nel 2016, raggiungendo quota 126.508.

A commentare in maniera positiva i dati della Camera di Commercio è l’assessore alla Mobilità del Comune di Varese Andrea Civati.

«I dati sulla mobilità sostenibile - ha detto Civati - indicano che il piano della Mobilità Varese si Muove è un progetto innovativo e concreto, in grado di leggere i cambiamenti che si stanno verificando anche sul nostro territorio, dove sempre più famiglie e cittadini scelgono l’auto elettrica o ibrida per spostarsi. Per questi motivi, e soprattutto per favorire scelte consapevoli di mobilità sostenibile, con il piano Varese si Muove abbiamo introdotto la gratuità del parcheggio per le autovetture ibride ed elettriche. Ad oggi in centinaia stanno già utilizzando questa possibilità esponendo il proprio libretto di circolazione e oltre 100 cittadini sono già passati a ritirare il pass dedicato a chi possiede questa tipologia di auto».

«Un piano della mobilità in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini – insiste Civati - deve essere innovativo e saper leggere la realtà in particolare per quelle che sono le scelte dei cittadini dettate dalle nuove opportunità e tecnologie che si stanno affermando in Italia. Sistemi in grado di migliorare anche la qualità dell’aria che respiriamo e dell’ambiente che viviamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA