In centro a piedi. Una Varese più pedonale

In centro a piedi. Una Varese più pedonale

La prospettiva è quella, nel corso dei prossimi anni, di lasciare sempre più zone libere dalle auto. La realizzazione dei parcheggi multipiano punta in questa direzione. Il comparto di via Robbioni sarà il primo

VARESE - La valorizzazione del centro storico di Varese passerà dall’aumento delle aree pedonali.

Un obiettivo, quest’ultimo, che fin dal proprio insediamento, la giunta Galimberti non ha mai nascosto.

E la sperimentazione di quest’estate, che ha visto la chiusura nei fine settimana di via Sacco e di altre zone del centro, ha dimostrato come la volontà politica dell’esecutivo vada in questa direzione.

La chiusura temporanea di via Sacco, che è stata anche duramente contestata da una parte della cittadinanza, di certo non può essere presa come esempio, dal momento che ha rappresentato solo un allargamento limitato ai weekend estivi.

Difficile, se non impossibile, immaginare ad oggi una pedonalizzazione continua che coinvolge le principali arterie che attraversano il centro storico lungo l’asse che va da piazza Repubblica al Comune.

Per metterlo in atto, occorrere rivoluzionare in maniera totale l’intero assetto viabilistico della città, cosa che non sembra essere attuale non soltanto nel breve periodo, ma nemmeno in quello medio.

Ci sono però altre zone, che oggi vedono il continuo attraversamento delle vetture, che possono rientrare in un progetto di ampliamento dell’area pedonale.

Ed in particolare stiamo parlando del comparto situato tra via Staurenghi e via Veratti, che comprende via Del Cairo, via Robbioni e via Speri Della Chiesa.

Un’area sulla quale la giunta è assolutamente intenzionata a fare un ragionamento futuro per la sua valorizzazione e quindi progressiva pedonalizzazione.

Un processo che potrà iniziare, almeno nella parte di studio, dopo l’apertura del parcheggio multipiano di via Sempione, il cui iter sta procedendo in maniera abbastanza veloce, dopo i numerosi ritardi accumulati nel corso degli ultimi anni.

«La creazione del nuovo multipiano - spiega l’assessore alla Pianificazione del Territorio e Realizzazione Opere Pubbliche Andrea Civati - è sicuramente correlata ad un ragionamento che verrà fatto sulla valorizzazione del comparto di via Robbioni, via Del Cairo e via Speri Della Chiesa. Il cui futuro potrà essere, nel momento in cui ci saranno le condizioni necessarie, all’insegna di un aumento della pedonalizzazione del centro storico».

Civati ci tiene a sottolineare come nello stesso progetto del multipiano di via Sempione sia previsto «un percorso pedonale che partirà da via Marcello, passando accanto al futuro parcheggio, per immettersi in via Del Cairo, e creare quindi una camminamento che renderà, nel suo piccolo, maggiormente fruibile la città ai pedoni».

«Si tratta di una parte del progetto, quella del percorso pedonale - continua Civati - che spesso viene messa in secondo piano, ma in realtà rappresenta l’idea di fondo che la giunta ha sulla mobilità cittadina: favorire fortemente la fruibilità pedonale di Varese».

Un percorso che naturalmente dovrà attraversare strade aperte al traffico, tramite passaggi pedonali, ma che a differenza della situazione attuale creerà una continuità di passaggi per chi si muove a piedi da una parte all’altra del centro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA