Richiedente asilo e spacciatore

Richiedente asilo e spacciatore

Due giovani nigeriani fermati in piazza Repubblica e denunciati da Polizia e Carabinieri

Piazza Repubblica è ancora la “centrale dello spaccio” della Città Giardino.

Un fenomeno che tuttavia viene fortunatamente arginato dall’efficiente lavoro delle Forze dell’Ordine, che continuano il lavoro di pattugliamento, prevenzione e repressione del crimine.

Operazioni portate a termine con esito positivo sia dalla Polizia di Stato che dai Carabinieri.

La prima, ad opera degli agenti della Questura, ha visto, nel primo pomeriggio di giovedì, gli operatori della Squadra Volanti, durante il consueto servizio in Piazza Repubblica, insospettiti dall’atteggiamento di un cittadino extracomunitario che ha tentato di eludere il controllo. I poliziotti hanno quindi identificato il giovane, un cittadino nigeriano di 22 anni regolare sul territorio nazionale, e sottoposto ad una prima perquisizione dalla quale hanno rinvenuto tra il jeans e la cintura un involucro in cellophane contenente circa 10 grammi di marijuana.

I Poliziotti, ritenendo che il giovane potesse occultare altro stupefacente, lo hanno accompagnato in Questura per svolgere un perquisizione più approfondita.

Il sospetto si è rivelato fondato, dal momento che il ragazzo aveva negli slip un involucro in cellophane contenente altre cinque confezioni, per una quantità complessiva di 25 grammi di marijuana. Il ventiduenne è stato pertanto denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il secondo caso vede i Carabinieri del nucleo operativo radiomobile, che durante un controllo, sempre in piazza Repubblica, hanno denunciato un nigeriano del ’93, con precedenti, richiedente asilo, senza fissa dimora e occupazione, per spaccio. Il ragazzo aveva 13,5 grammi di marijuana. I militari lo hanno notato in un gruppetto di ragazzi che si stavano forse “rollando” una canna. Il richiedente asilo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare