Tutte le strade portano... a Varese. Il boom di turisti nel capoluogo

Tutte le strade portano... a Varese. Il boom di turisti nel capoluogo

Sono numerosi i cittadini dei diversi Paesi europei che, venendo in Italia, fanno tappa da noi . La meta viene scoperta in diversi modi, ma tutti rimangono affascinati dall’architettura, dalla natura e dai paesaggi

Mare o montagna? Questo è il dilemma parlando di vacanze, le tanto desiderate vacanze estive, come acqua nel deserto. Moltissimi non vedono l’ora di appendere alla saracinesca il fatidico cartello “chiuso per ferie”. Il bisogno fisiologico di “staccare la spina” dalla routine quotidiana, seppur per un breve periodo, si fa sentire con insistenza, sarà il caldo, sarà la voglia di evasione, sarà quello che volete, ma ciascuno di noi, difficilmente, riesce a dire di no a tale bisogno.

Tuttavia, il dilemma proposto pocanzi, rischierebbe di ottenere una risposta limitata e limitante dall’interlocutore, in quanto oggigiorno, le mete prese di mira dai turisti sono tra le più svariate, indubbiamente mare e montagna le più gettonate, ma c’è anche chi ama trascorrere le proprie ferie in campagna, chi preferisce spenderle visitando una città d’arte, chi in crociera o chi gira per un’intera nazione zaino in spalla. Come tutte le città che si rispettino, anche Varese è abituata ad assistere al fuggi fuggi dei cittadini in questo periodo, ma allo stesso tempo vede aumentare il flusso di turisti che hanno scelto di trascorrere le proprie vacanze nella Città Giardino. In merito a ciò, vogliamo dare voce ai diretti interessati, ai turisti presenti in questi giorni sul nostro territorio, alla scoperta delle bellezze della nostra città.

Michael da Schiedam dall’Olanda

«Ho fatto un giro per mezza Europa con mia moglie, Belgio, Lussemburgo, Francia e infine, prima di arrivare in Italia, abbiamo fatto una breve tappa in Svizzera, che sembra più una grande banca piuttosto che una Confederazione. Varese è la prima città italiana che stiamo visitando, dopodiché ci sposteremo verso sud per visitare Milano.
Essendo qui da soltanto un giorno, non ho visto molto, ma quello che mi ha colpito immediatamente del centro città, essendo architetto di professione, sono le strutture e gli edifici costruiti durante l’epoca fascista, mantenute ancora in ottimo stato».

Rene da Amsterdam dall’Olanda

«Quest’anno ho scelto l’Italia come meta delle mie vacanze. Dopo qualche giorno a Varese, io e la mia famiglia ci sposteremo in Toscana e successivamente a Genova. Abbiamo scelto Varese perché il verde è abbondante, ci sono diversi parchi e ville da visitare, senza contare tutti i laghi che ci sono in provincia».

Mark, Giovana ed Helena dal Belgio

«È da diversi anni che veniamo in Italia. La prima volta che ci siamo venuti è stato amore a prima vista. Ogni anno pianifichiamo un giro diverso nella penisola, e quest’anno è toccato a Varese. Inizialmente abbiamo conosciuto la città di Varese su Google, e da lì abbiamo costruito il nostro tour, che si concluderà con la visita alla città di Bologna. Varese è una città d’arte, ricca di musei e di punti d’interesse, soprattutto a livello storico, basti vedere la chiesa di San Vittore, autentica opera d’arte. I varesini come sono? Gentili, vivaci e simpatici. Se potessi “rubare” qualcosa alla cultura italiana ruberei il caffè, il vino e il gorgonzola».

Julia dalla Russia

«Sono qui a Varese da una settimana e ci rimarrò per un mese. Quello che mi ha colpito appena sono arrivata è il centro storico, ricco di negozi e locali in cui trascorro il mio tempo libero. Essendo una studentessa di medicina, devo fare i miei complimenti alla struttura dell’ospedale di Circolo, poche città hanno la fortuna di avere un complesso di tale grandezza ed efficienza al servizio dei cittadini».

Carsten e Alexandra da Monaco di Baviera

«Stiamo in città per 4 giorni, purtroppo avendo soltanto pochi giorni di ferie dal lavoro abbiamo optato per una meta abbastanza vicina e quindi abbiamo cercato un posto carino nel nord Italia. Saremo scontati, ma quello che adoriamo dell’Italia sono le specialità culinarie e lo stile di vita degli italiani». Meglio la birra tedesca o italiana? «Propongo un compromesso: birra tedesca e decisamente vino italiano».

Jan e Pia dalla Danimarca

«Io e mia moglie staremo in provincia di Varese per 11 giorni, più precisamente sul lago Maggiore. Siamo arrivati fin qui in macchina, percorrendo 1.460 chilometri. Per noi questa è la dodicesima volta a Varese. Quello che ci spinge a ritornare qui in queste zone è senza dubbio il tempo atmosferico, più caldo e con meno precipitazioni rispetto a dove viviamo noi, la qualità della cucina e il buon vino. Sono tante le eccellenze che il territorio varesino offre, penso sia quasi impossibile non amare la città di Varese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA