Domenica 28 Settembre 2014

Tempi duri per la politica

E rispuntano i monarchici


(Foto by Varese Press)

«Il Quirinale costa sei volte più della monarchia inglese. Ovvero 245.300.000 euro rispetto a 37.890.000 euro». Con la crisi della politica, che continua a farsi sentire nonostante l’era Renzi, sono i monarchici i “protagonisti” di una proposta politica completamente alternativa.

E a Varese sono tanti e “agguerriti”. Ieri pomeriggio sono scesi in piazza con una gazebo per incontrare la cittadinanza e diffondere il proprio materiale informativo. E nel variegato mondo legato all’idea che l’Italia sarebbe un Paese più forte e autorevole come Regno anziché Repubblica, è l’Unione monarchica italiana (Umi) la realtà che mostra maggiore forza e vitalità.

E ai vertici nazionali, come segretario dell’associazione, c’è proprio un varesino, Davide Colombo. Il quale ieri è sceso in piazza insieme agli altri soci.

«Le istituzioni repubblicane sono in una crisi totale – spiega Colombo – hanno dovuto riprendere per la seconda volta Napolitano, dopo che ci sono stati una serie di disastri. Dobbiamo andare alla ricerca dei veri valori tradizionali della nostra Italia, non intesi come valori solo tradizionali, ma italiani. Solo una monarchia in uno Stato così connotato riesce a rappresentare la tradizione patriottica».

E quindi un volantinaggio, fatto dai militanti dell’Umi, sui costi della Presidenza della Repubblica rispetto alle monarchie europee. «Ma pensiamo anche al ritorno economico di una monarchia. Per il giubileo della regina Elisabetta in Inghilterra. Invece da noi la Presidenza della Repubblica costa soltanto. E anche come ricorrenza le feste repubblicane non hanno niente».

«Il 2 giugno, se ci pensiamo, è stato riempito con la Festa delle Forze Armate, che sarebbe il IV Novembre. E le sfilate dei carri e dei militari mostrano un numero impressionante di insegne sabaude. Insomma, è la monarchia che dà valore». E quindi: «La monarchia è un’alternativa possibile. Guardiamo anche alla sovranità nazionale. Qualunque Stato sulla questione dei due marò si sarebbe mosso in maniera più autorevole. Purtroppo la repubblica è in mano alle lobby».

E infine un messaggio: «Abbiamo tanti giovani che militano. La monarchia non è un’idea nostalgica, ma una proposta fattibile».n M. Tav.

© riproduzione riservata