Univa premia le realtà gallaratesi: «Solo Bergamo ha fatto meglio»
Tempo di premiazioni per il Progetto WHP – Workplace Health Promotion di Univa

Univa premia le realtà gallaratesi: «Solo Bergamo ha fatto meglio»

Riconoscimenti per il quarto anno consecutivo al presidio ospedaliero

Per il quarto anno consecutivo, è tempo di premiazioni per il Progetto WHP – Workplace Health Promotion, realizzato dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, da ATS Insubria e dai responsabili dei Dipartimenti Salute e Sicurezza di Cgil, Cisl e Uil.

L’iniziativa ha come obiettivo il miglioramento dei livelli di sicurezza e di salute nei luoghi di lavoro cercando di coinvolgere il maggior numero di imprese e di lavoratori del territorio per migliorare lo stile di vita delle persone. «Devo ringraziare tutti quelli che hanno confermato la loro adesione al progetto ed anche alle new entry di questa edizione» dichiara Vittorio Gandini direttore dell’Unione Industriali «portare avanti le buone pratiche che puntano al cambiamento ed al miglioramento delle abitudini quotidiane nella popolazione è fondamentale e sempre più necessario». Analizzando i risultati ottenuti in Provincia di Varese nel 2017, il dottor Raffaele Pacchetti, direttore della Promozione della Salute di ATS si definisce soddisfatto «Meglio di noi ha fatto solo Bergamo, ma stiamo cercando di raggiungerli - afferma - dal 2013 ad oggi, il progetto è andato in crescendo ed è diventato importante anche per Regione Lombardia».

Tra i premiati, la Fondazione Bellora ed altre tre realtà gallaratesi . Il Presidio Ospedaliero di Gallarate partecipa, e viene premiato, da quattro anni al Progetto WHP. «Quest’anno ci siamo concentrati su due temi, il primo riguarda la sicurezza stradale con una procedura aziendale che prevede l’individuazione di un Mobility Manager per la gestione del parco auto e la predisposizione di cartelli sulla guida sicura» svela Guerriero Angelina sc accreditamento qualità e governo del rischio clinico dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Valle Olona «il secondo riguarda la salute ed il divieto di fumo anche nelle aree esterne con la predisposizione per il 2018 di una cartollinistica dedicata».

Per il terzo anno consecutivo anche la SPI - Servizi e Promozioni Industriali ha partecipato all’iniziativa perchè, come spiega la delegata Stefania Macocco «per noi è essenziale riuscire a diffondere un corretto stile di vita partendo dal mondo del lavoro e per questo organizziamo molti incontri».

New entry e subito nel club dei premiati lo Studio di Ingegneria Noemi Milani «Noi ci occupiamo di sicurezza nei luoghi di lavoro» spiega Roberto Curioni «per questo puntiamo ad una valorizzazione del valore umano, che si concretizza anche nel benessere delle persone».


© RIPRODUZIONE RISERVATA