Nuovo avversario, solita Varesina. Ancora errori fatali per le fenici
Con Shiba le fenici ci provano, ma ad esultare è il Borgosesia (Foto by Varese Press)

Nuovo avversario, solita Varesina. Ancora errori fatali per le fenici

Borgosesia corsaro a Venegono: 3-1 per i piemontesi, di Shiba l’unica rete di casa

La Varesina cade per la seconda volta di fila in casa venendo sconfitta per 3 a 1 da un Borgosesia pragmatico e intelligente. Decisivi i gol degli attaccanti, tutti a segno nelle file piemontesi, con Shiba a siglare l’unico acuto rossoblù di giornata; come decisivi sono stati gli errori delle fenici, incappate ancora una volta in alcune situazioni difficili da comprendere.

Veniamo al campo: mister Spilli conferma il 3-4-3 inserendo Del Ventisette tra i pali per poter schierare il tridente pesante composto da Chiarabini-Shiba-Giovio, ma nonostante il potenziale offensivo rossoblú l’avvio sorride ai granata, che dopo 23 secondi concludono verso la porta della Varesina. Nel primo quarto d’ora in campo si vede solo il Borgosesia, che al 16’ si vede annullare un gol segnato da Vitali per fuorigioco. Il mancato vantaggio piemontese sembra svegliare le fenici, che iniziano a giocare facendo però un possesso palla troppo sterile. Al 19’ ci prova Vitali da calcio piazzato, ma il suo tiro impatta sulla barriera della Varesina, che si fa vedere dalle parti di Libertazzi soltanto al 29’ con un mancino debole ed impreciso di Shiba; sul ribaltamento di fronte un errore di Tino consegna la palla a Tomaselli che spara a lato. Tomaselli protagonista al 36’ del vantaggio ospite: la palla arriva nell’area rossoblù, Milianti spazza ma grazie ad un rimpallo fortunoso la sfera giunge all’esterno classe ’99 che insacca in rete.

La ripresa si apre con il gol di Vitali, che al 4’ concretizza un calcio d’angolo svettando in area di rigore e incornando la palla del 2 a 0 ospite. La Varesina passa quindi al 4-3-3, con Tino che inizia a spingere sull’out di destra. Al 10’ Chiarabini esplode un mancino da fuori area che Libertazzi respinge lasciando però la palla nella zona di Giovio, che da buona posizione mastica la sfera con il suo sinistro; dopo pochi secondi arriva un altro brivido per la porta rossoblù, con un tiro a giro di Tomaselli che termina di poco a lato del secondo palo.

Seguono 20’ spezzettati prima di un’altra emozione che coincide con il gol della Varesina segnato da Shiba, bravo ad approfittare di una mischia per bucare di destro i piemontesi. Le fenici sembrano quindi pronte a cavalcare l’onda positiva della rete, ma dopo tre minuti vengono trafitte un’altra volta dagli ospiti: lancio in profondità per Procaccio che controlla la sfera ed approfitta di una brutta uscita di Del Ventisette per toccare di punta e siglare il 3 ad 1 finale.

Varesina-Borgosesia 1-3

Reti nel pt Tomaselli (B) al 36’; nel st Vitali (B) al 4’, Shiba (V) al 35’ e Procaccio (B) al 38’.

VARESINA (3-4-3) Del Ventisette; Menga, Milianti, Tino (dal 39’ st Martedì); Di Caro (dal 26’ st Giglio), Osuji, Ghidini (dal 21’ st Martinoia), Jozic; Chiarabini (dal 33’ st Geraci), Shiba, Giovio (dal 41’ st Broggi). A disposizione: Vaccarecci, De Fazio, Vittorini, Albizzati. All. Spilli.

BORGOSESIA (4-3-3) Libertazzi; Saltarelli, Giradi, Dalmasso, Salomone; Clausi, Rebolini, Castelletto; Tomaselli (dal 26’ Ferradino), Vitali, Procaccio (dal 44’ st Testori). A disposizione: Mafezzoni, Guidobono, Tremolada, Wang Yi, Iannacone, Tampellini, Compagno. All. Didu.

Arbitro Barbiero di Campobasso (Meloni di Olbia e Cremona di Genova).

Note Spettatori: 450. Ammoniti: Giovio, Menga e Martinoia (V); Tommaselli (B). Angoli: 3-2; fuorigioco: 1-5; tiri (in porta): 4 (2) – 6 (4); falli: 15 - 12; recupero: 1’+ 4’.


© RIPRODUZIONE RISERVATA