Al lago tra musica manouche, mostre e picnic

Al lago tra musica manouche, mostre e picnic

Sabato 16 luglio si terrà il sesto appuntamento del festival “Lago cromatico” ad Angera.

Il sesto appuntamento del festival “Il Lago cromatico” da annotare sull’agenda sarà sabato 16 Luglio ad Angera. L’antico borgo ospiterà un concerto a cielo aperto al grande prato del lungolago alle ore 21.30. Protagonista della serata sarà il Manomanouche Quartet, composto da Nunzio Barbieri e Luca Enipeo alla chitarra acustica, Pierre Steeve Jino Touche al contrabbasso e Massimo Pitzianti alla fisarmonica e bandoneon. La formazione, conosciuta a livello internazionale come uno dei maggiori esponenti del genere proposto, ci regalerà un seducente concerto di musica gipsy jazz.
Ma la serata sarà ricca di altre sorprese. Per l’occasione, infatti, il Museo Diffuso di Angera si allargherà e ospiterà, sempre al pratone dalle ore 18.00 fino alla conclusione del concerto, un’incantevole Mostra di quadri viventi ispirati ad alcuni dei celebri dipinti impressionisti, realizzata da Quelli del’63.

Un tuffo in un’epoca lontana resa più vicina da un picnic sul prato verde, organizzato dall’Associazione locale ProLogo, o meglio dovremmo chiamarlo un vero e proprio Déjeuner sur l’herbe alla Claude Monet, che potrete rendere più scenografico indossando cappellini di paglia, abiti semplici, contemporanei o vintage, portando grandi tovaglie bianche da stendere sull’erba, risate, giochi. Per partecipare al picnic autogestito è preferibile mandare la propria adesione via mail ad associazione.prologo@hotmail.com, specificando un nome e il numero totale dei partecipanti. Il ritrovo è alle ore 17, sul pratone di Piazza Garibaldi, di fronte al Comune, per prendere posto e preparare la mise en scène; alle ore 18 si darà inizio alla cena con sventolio di tovaglioli. Nel corso della serata sarà possibile degustare i vini selezionati di Cascina Piano, i cocktail e i distillati preparati da Rossi d’Angera e la deliziosa frutta fresca preparata da Vesco Catering.
La novità di quest’anno è che sarà possibile raggiungere il concerto anche dalla sponda piemontese grazie alla stretta collaborazione con la Navigazione Lago Maggiore, che ha messo a disposizione ulteriori corse notturne per la tratta Arona-Angera.

Informazioni sui musicisti:
Il quartetto nasce nel 2001 dall’incontro di musicisti di differente estrazione, con una consolidata esperienza professionale e con l’intento di far conoscere a un pubblico più vasto la cultura e la tradizione musicale degli zingari Manouches. Nell’arco di soli tre anni Manomanouche diventa una realtà di riferimento nel panorama Gypsy Jazz: un caso unico per la qualità della ricerca, dell’arrangiamento e per la valenza personale ed emotiva che questo progetto ha per i suoi musicisti.

La proposta artistica dei Manomanouche è caratterizzata da un personale e originale lavoro di ricerca del suono, degli strumenti e dell’approccio caratteristici dello Swing Manouche. Una musica basata sull’improvvisazione, aperta alle contaminazioni e derivante principalmente dalla fusione dello swing, del folklore tzigano e della melodia Italiana.

Informazioni sul Festival:
La seconda edizione del Festival Il Lago Cromatico, organizzata dall’Associazione Musica Libera, sotto la Direzione del M° Clara Schembari, si svolgerà per tutta l’estate fino alla fine di settembre con 14 eventi musicali di rilievo lungo la bassa sponda lombarda del Lago Maggiore. Tutti i dettagli del Festival sono disponibili su www.illagocromatico.com

Per ulteriori informazioni:
www.angera.it
Ufficio cultura Angera
Cultura@comune.angera.it
Tel. 0331 930168


© RIPRODUZIONE RISERVATA